Intro

Mémoire affective – Memoria affettiva

Giornate del cinema quebecchese in Italia 19ma edizione

Il cinema è un generatore di inconscio collettivo, un archivio di sogni e frammenti di memorie, un attivatore di emozioni, di richiami e di ricordi delle memorie affettive individuali. La memoria del cinema genera speranza e ricostruisce il tempo dentro a un flusso, restituendo valore al punto di vista, allo sguardo. In un racconto ininterrotto, la trasformazione di una società, i suoi movimenti di liberazione, la corruzione degli ideali e le insidie dei sistemi di controllo. Voce critica, sguardo sognante. Il tema Memoria affettiva è ispirato al film culto di Francis Leclerc, storia di un incidente, di un’amesia, di una perdita d’identità. Alla ricerca di questo nostro tempo perduto e delle memorie affettive condivise, Je m’appelle humain, di Kim O’Bomsawin è l’incursione dentro alla storia di un popolo plurimillenario, la lotta contro la scomparsa di una lingua, di una cultura e delle sue tradizioni, accompagnati per mano dalla poetessa Innu, Joséphine Bacon. In Les Oiseaux ivres, Ivan Grbovic ci racconta la ricerca di un amore perduto. Willy che parte dal Messico verso il Canada per inseguire Malena, si perde in una miscela crudele di realismo magico, che confonde sogno e realtà. Primo lungometraggio dell’artista multidisciplinare Caroline Monnet, storia di contrabbando è Bootlegger,  il ritorno di Mani nella sua comunità a nord del Québec, dove si ritrova coinvolta nel dibattito sulla legalizzazione della vendita di alcool nei territori delle riserve. Le Bruit des moteurs roboanti di un autodromo alla periferia di Montréal, Philippe Grégoire dirige il ritorno a casa di Alex istruttore presso la dogana del Québec esperto nell’uso delle armi da fuoco, quando sospeso dal servizio per rapporti sessuali inappropriati ritorna nella sua città natale. “Seguimi, ti porterò a vedere tutte le cento isole del fiume Saint Laurent”, inizia così l’odissea, il viaggio di Archipel, animazione sospesa tra fiction e documentario. L’approdo libero del cinema del Québec 2022 in diciannove cortometraggi, per diciannove anni di festival.

Organizzate in occasione della Giornata Internazionale della Francofonia, le Giornate del cinema quebecchese in Italia sono realizzate in collaborazione con il Conseil des arts et des lettres du Québec, la Delegazione del Québec a Roma, l’Ambasciata del Canada in Italia, la Société de développement des entreprises culturelles du Québec, insieme a Compass Productions e Mymovies.


I film sono in lingua originale con sottotitoli in italiano disponibili gratis sulla piattaforma Mymovies.it  dal 25 al 31 Marzo 2022. Tornano anche le proiezioni al cinema con la proiezione di un film in anteprima il 24 Marzo 2022, al Institut français – Cinémagenta di Milano e al Circolo della Stampa di Avellino.

Partenaires de promotion : Institut français Milano, Spazio Labus Kinetta, Animanera, Festival MIX Milano, UCCA, LIES, Working Title Film Festival, Zia Lidia Social Club, Kinodromo, Documentando.org
Media partner:  Cineclandestino.it, Cinemaitaliano.info